Regolarizzazione

La Sanatoria di Colf e Badanti

Nei mesi scorsi, come č ormai noto, si č attuata la regolarizzazione ossia la messa a norma di colf e badanti che ha comportato un versamento di 500 euro per ciascun lavoratore messo in regola; ogni famiglia ha avuto la possibilitą di regolarizzare al massimo una colf e due badanti, presentando la richiesta per via telematica o agli uffici adibiti.

Il Ministero dell'Interno aveva stimato l'adesione di oltre 500mila con un tetto massimo di 700mila persone, ma i dati definitivi sulla messa in regola dei lavoratori domestici parlano di poco meno di 300mila domande (circa 180mila per le colf e 115mila per badanti). Le cittą che hanno registrato il maggior numero di richieste sono soprattutto quelle del Nord Italia: compaiono al primo posto Milano (pressappoco 44mila richieste), seguita da Roma (32mila), Napoli (24mila), poi Brescia, Modena, Reggio Emilia, Bergamo, Torino, Caserta e via dicendo.
Tra i lavoratori primeggiano gli Ucraini, i Marocchini e i Moldavi.
Non si č potuto mettere in regola quanti abbiano commesso reati gravi, abbiano ricevuto decreti di espulsione, abbiano ricevuto condanne con il conseguente arresto e quanti fossero sprovvisti di permesso di soggiorno.

Ecco dunque l'importanza di questo documento che tutti i cittadini non appartenenti all'Unione Europea dovranno richiedere qualora volessero risiedere in Italia per un lasso di tempo maggiore di tre mesi; chi dovesse esserne sprovvisto commetterą il reato di immigrazione clandestina punito con una pena pecuniaria dai 5mila ai 10mila euro, rischiando l'espulsione per direttissima.

Di seguito ci soffermeremo su quelle che sono state le procedure attuate nella sanatoria di colf e badanti e riporteremo alcune informazioni riguardi il permesso di soggiorno, dalle norme da seguire necessarie per la sua richiesta alle informazioni sul suo rinnovo.

Navigare Facile