Regolarizzazione Colf e Badanti

Procedura per la Regolarizzazione di Colf e Badanti

Data fondamentale per la regolarizzazione di colf (lavoratori domestici) e badanti (quanti assistono persone affette da patologie o handicap) è stata il primo Settembre 2009: chi esercita questo tipo di attività, infatti, spesso presta il proprio servizio a domicilio senza alcun permesso, a volte anche in modo non conforme alle regole italiane; dunque è stato possibile presentare la domanda in grado di mettere in regola comunitari ed extracomunitari irregolari che si sono occupati di attività di assistenza o lavoro domestico da almeno tre mesi a partire dal 30 Marzo scorso.

Per poter ricorrere alla procedura di regolarizzazione si è presentata la domanda tra il primo e il 30 Settembre 2009: ogni nucleo familiare non ha potuto mettere in regola più di tre lavoratori, una colf e due badanti, tenendo conto che era necessario disporre di un reddito non inferiore a 20mila euro annui nel caso in cui la famiglia abbia solo un precettore di reddito; in altri casi si è fatto riferimento alla cifra complessiva di 25mila euro.
Dunque dal 21 Agosto 2009 si è potuto dare avvio alla procedura tramite il pagamento di 500 euro per ogni lavoratore da mettere in regola: una volta versati i soldi in posta, in banca oppure online sul sito dell'Agenzia delle Entrate, di quello del Ministero dell'Interno o del Lavoro usufruendo del modello F24, le pratiche per i lavoratori extracomunitari sono state esaminate dagli sportelli unici per l'immigrazione che, rilasciato il permesso di soggiorno,  hanno stipulato il contratto di soggiorno.

Sono stati altresì necessari i dati identificativi del datore di lavoro: dalle sue generalità ai dati relativi al suo permesso di soggiorno nel caso in cui egli il datore stesso sia extracomunitario.